- procedura

Data ultimo aggiornamento: 18/01/2013 07:34

Presentazione della domanda alla Regione

La domanda di autorizzazione al trattamento di cassa integrazione in deroga deve essere presentata alla Regione competente (o, solo per alcune Regioni, alla Direzione Regionale del Lavoro) entro 20 giorni dalla sospensione dell’attività.

La domanda di autorizzazione al trattamento di integrazione salariale in deroga presentata alla Regione deve inoltre essere corredata di:

  • verbale di accordo sindacale 
  • elenco dei lavoratori interessati

Qualora l'azienda abbia stabilimenti in più regioni, il datore di lavoro deve presentare la domanda al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Direzione Ammortizzatori Sociali e incentivi all’occupazione. Tale domanda, in caso di riscontro positivo, darà luogo ad un decreto interministeriale

La Regione trasmetterà poi all' INPS in via telematica, le informazioni relative alle autorizzazioni concesse, comprensive dell'indicazione dell'utilizzo del Fondo regionale a livello di singola impresa

Presentazione della domanda all'INPS

Successivamente alla presentazione della domanda di autorizzazione alla Regione, ai fini del pagamento della prestazione al lavoratore, il datore di lavoro deve presentare all'INPS in via telematica, il modello IG/15 deroga (cod. SR100). 

Per il pagamento diretto da parte dell' INPS al lavoratore, deve essere presentato per via telematica anche il modello IG/Str/Aut (cod.41).

La dichiarazione di immedita disponibilità (DID)

Il pagamento della prestazione può avvenire solo previa sottoscrizione da parte dei beneficiari della dichiarazione di immediata disponibilità (DID), su apposita modulistica, a partecipare a progetti di riqualificazione o, per coloro che non sono in costanza di rapporto di lavoro, ad accettare un’ offerta lavorativa congrua.

Tali dichiarazioni dovranno essere sottoscritte dai lavoratori nel momento in cui le aziende inviano all’INPS le informazioni necessarie al pagamento della prestazione del primo mese (modello SR41).

 

 

 



Altre guide pratiche