Permessi non retribuiti per votazioni

I lavoratori dipendenti che devono recarsi in comuni diversi da quello del luogo di lavoro per esercitare il diritto di voto possono fruire di permessi non retribuiti occorrenti per il viaggio e per le operazioni presso il seggio.

La concessione di tali permessi è subordinata:

  • all'esibizione del certificato elettorale;
  • alla dichiarazione di esercizio di voto, rilasciata dal Presidente del seggio, appositamente timbrata;
  • alle esigenze produttive aziendali.

Il lavoratore che fruisce di tali permessi non ha diritto a retribuzione.

E' comunque prevista la possibilità per il lavoratore di computare le assenze in conto ferie o a recupero ex festività.

Condividi questo articolo