Inail: emesse le prime istruzioni per l’autoliquidazione 2019

Con la circolare n.1 dell’11 gennaio 2019, l’INAIL ha pubblicato le prime indicazioni operative riguardo al differimento al 16 maggio 2019 dei termini per l’autoliquidazione 2019, come disciplinato dall’art.1 comma 1125 della Legge 145/2018, la cd Legge di Bilancio 2019, in modo da consentire la corretta applicazione delle nuove tariffe dei premi oggetto di revisione.  

La legge di Bilancio 2019 all’art.1 comma 1121, ha previsto una revisione delle tariffe, a decorrere dal 1° gennaio 2019 e fino al 31 dicembre 2021, dei premi e contributi INAIL per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali ai sensi dell’art.3 del Decreto legislativo n.38 del 23 febbraio 2000 e dell’art.1 comma 128 della Legge n. 147 del 27 dicembre 2013.  

Il comma 1125 della medesima Legge, ha disposto che:  

  • per consentire l’applicazione delle suddette nuove tariffe il termine del 31 dicembre 2018, entro cui l’Istituto rende disponibili al datore di lavoro gli altri elementi necessari per il calcolo del premio assicurativo con modalità telematiche è differito al 31 marzo 2019. Quindi, le nuove basi di calcolo saranno rese disponibili nel “Fascicolo Aziende” ai soggetti assicurati entro il 31 marzo 2019; 

  • il termine del 28 febbraio 2019 per la presentazione telematica delle dichiarazioni delle retribuzioni 2018 tramite i servizi online e per l’invio della comunicazione di volersi avvalere del pagamento rateale dell’autoliquidazione INAIL, e della riduzione prevista dall’art.1, commi 780 e 781 della legge n. 296 del dicembre 2006 a favore delle imprese artigiane è differito al 16 maggio 2019; 

  • il termine del 16 maggio 2019 sia per la comunicazione motivata di riduzione delle retribuzioni presunte, sia per il versamento tramite F24 e F24EP dei premi ordinari della polizza dipendenti, dei premi speciali unitari artigiani e dei premi relativi al settore marittimo. Tale scadenza vale sia per il pagamento in un’unica soluzione dei premi sia per il pagamento rateale, in questo caso i termini di scadenza della prima e della seconda rata per il 2019 sono unificati al 16 maggio del medesimo anno.  

Quindi, occorre precisare che il differimento dei termini sopra esposti si riferisce esclusivamente ai premi di autoliquidazione, ossia ai premi delle polizze dipendenti, delle polizze artigiane e a quelle del settore marittimo. Al contrario, restano invariati i termini di scadenza delle richieste di pagamento, elaborate dall’Istituto sulla base delle denunce obbligatorie inviate dai soggetti assicuranti, dei premi speciali anticipati per il 2019 relativi alle polizze scuole, apparecchi RX, sostanze radioattive, pescatori, frantoi nonché barrocciai/vetturini/ippotrasportatori. Questi premi continueranno a fruire della riduzione prevista dalla Legge n.147 art.1 comma 128 del 27 dicembre 2013.  

La circolare continua precisando che il differimento dei termini comporta il conseguente spostamento a luglio 2019 dei contributi associativi riscossi dall’INAIL per conto delle associazioni di categoria ai sensi della Legge n.311 del 4 giugno 1973. 

Inoltre, viene prevista per il settore edile una riduzione nella misura dell’11.50% per la regolazione 2018. Tale riduzione compete ai datori di lavoro che occupano operai con orario di lavoro di 40 ore settimanali e alle società cooperative di produzione e lavoro per i soci lavoratori esercenti attività edili, purché i datori di lavoro non abbiano condanne passate in giudicato per la violazione della normativa in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro e siano in regola con INPS, INAIL, Casse Edili e che, quindi, non sussistano cause ostative per il rilascio del Duc online. Le aziende che voglio fruire di tale agevolazione per la regolazione 2018, dovranno inviare tramite pec entro il 16 maggio 2019 alla sede INAIL di competenza l’apposito modello “autocertificazione per sconto settore edile”.  

Infine, la presente Circolare prevede che per le aziende artigiane che dovessero cessare l’attività tra il 1°gennaio e il 16 maggio 2019 dovranno versare il premio anticipato a titolo di rata rapportato ai mesi di effettiva attività esercitata nello stesso periodo, ossia se l’azienda cessa ad esempio a maggio il premio sarà liquidato in misura pari a 5 dodicesimi del premio annuale.  

L’Inail provvederà alla pubblicazione della guida all’autoliquidazione solo a seguito dell’emanazione dei decreti ministeriali di approvazione delle nuove tariffe. 

Condividi questo articolo