- Condizioni

Per accedere all'incentivo dell'INPS devono sussistere le seguenti condizioni:

a.     si deve trattare di un'assunzione a tempo pieno o parziale, a tempo indeterminato o determinato, senza che il datore di lavoro vi sia obbligato in forza di un diritto di precedenza del lavoratore (es. assunzioni a tempo pieno, contratto a tempo determinato ecc.); il lavoratore può essere assunto per un periodo inferiore alla durata residua dell'ammortizzatore sociale in deroga; può trattarsi anche di un'assunzione agevolata (es. apprendistato, contratto di inserimento, a termine in sostituzione di maternità fino a 20 dipendenti ecc.), restando ferma la riduzione contributiva prevista a favore del datore di lavoro;

b.     non deve esistere una sostanziale coincidenza degli assetti proprietari né devono intercorrere rapporti di collegamento o controllo tra il datore di lavoro che assume e l'impresa da cui proviene il lavoratore. Comunque, se l'assunzione avviene dopo 6 mesi dal licenziamento, il beneficio spetta;

c.      non devono essere in atto sospensioni dal lavoro per crisi aziendale, ristrutturazione, riorganizzazione o riconversione aziendale con richiesta o concessione dei trattamenti di CIGS o disoccupazione; in ogni caso, l'incentivo è concesso se l'assunzione permette di acquisire professionalità sostanzialmente diverse da quelle dei lavoratori interessati alle sospensioni;  

d.     non devono essere in atto sospensioni per crisi aziendali; in ogni caso, l'incentivo è concesso se l'assunzione permette di acquisire professionalità sostanzialmente diverse da quelle dei lavoratori interessati alle sospensioni;

e.     non devono essere state effettuate riduzioni di personale nei 6 mesi precedenti l'assunzione. In ogni caso, l'incentivo è concesso se l'assunzione permette di acquisire professionalità sostanzialmente diverse da quelle dei lavoratori interessati alle riduzioni;

f.       l'azienda sia in possesso del Documento Unico di Regolarità Contributiva e siano adempiuti tutti gli obblighi di legge previsti per il rapporto di lavoro instaurato e siano applicati gli accordi e i contratti collettivi nazionali, regionali, territoriali o aziendali del settore.

Condividi questo articolo