Tipologia di intervento differenziata per tipologia di soggetti

Lavoratori subordinati cessati o dimessi per giusta causa dal 1° gennaio 2013: si tratta di lavoratori subordinati, inclusi i somministrati, gli apprendisti, i lavoranti a domicilio mono commessa e i lavoratori a tempo determinato, eccetto i lavoratori domestici, licenziati per cessata attività, giustificato motivo oggettivo, licenziamento collettivo o cessati per scadenza del contratto a termine o per recesso dal contratto al termine del periodo di formazione nel contratto di apprendistato o dimessi per giusta causa dal 1° gennaio 2013 che non possono accedere al trattamento di mobilità ordinaria, di cui all'art. 7 della legge 23 luglio 1991 n. 223; all'ASpi, di cui all'art 2, comma 1, della legge 28 giugno 2012, n. 92; o alla mini-Aspi, di cui all'art. 2, comma 20, della legge 28 giugno 2012, n. 92.

- Durata

Durata massima 12 mesi per tutti i lavoratori, quindi, anche per coloro che nel 2012 ne hanno beneficiato per un periodo inferiore e, in ogni caso, non oltre il 31 dicembre 2013.

La condizione per godere del trattamento è lo stato di disoccupazione, così come stabilito dall'art. 2 del decreto legislativo 21 aprile 2000 n. 181 e successive modifiche; nonché l'inoltro della domanda alla sede Inps, competente per territorio, entro 68 giorni dalla risoluzione del rapporto di lavoro o dalla data di fine preavviso.

Per coloro che hanno diritto alla mini-ASpI, l'inoltro alla sede Inps, competente per territorio, della richiesta di indennità di mobilità in deroga deve avvenire entro 68 giorni dal termine del trattamento di mini-ASpI e verrà concessa per un massimo di 12 mesi. 


Lavoratori subordinati cessati o dimessi per giusta causa a partire dal 14 dicembre 2012: si tratta di lavoratori subordinati, inclusi i somministrati, gli apprendisti, i lavoranti a domicilio mono commessa e i lavoratori a termine, eccetto i lavoratori domestici che, durante o al termine del periodo di CIGD, siano licenziati per cessata attività, giustificato motivo oggettivo o licenziamento collettivo, cessati per scadenza del termine o per recesso dal contratto di apprendistato al termine del periodo di formazione o dimessi per giusta causa a partire dal 14 dicembre 2012, che non possono accedere al trattamento, di cui all'art. 7 della legge 23 luglio 1991 n. 223 e abbiano diritto all'indennità di disoccupazione ordinaria o all'ASpI per un massimo di 8 mesi o alla mini-ASpI, al di là della durata.

- Durata

Per coloro che beneficiano dell'indennità di disoccupazione ordinaria  e dell'ASpI, l'indennità di mobilità in deroga può essere concessa per un massimo di 4 mesi e, comunque, non oltre il 31 dicembre 2013, mentre per coloro che usufruiscono del trattamento di mini-ASpI sarà concessa per il periodo che residua, ma anche in questo caso non oltre il 31 dicembre 2013.

Se il lavoratore ha beneficiato della cassa in deroga, nei 30 giorni antecedenti il licenziamento, senza computare quello dell'evento, o la scadenza del termine, o la data di recesso dal contratto di apprendistato alla fine del periodo di formazione, o per dimissioni per giusta causa, la domanda di mobilità può essere inoltrata all'Inps.

La durata massima prevista è di 12 mesi, sommando l'indennità di disoccupazione ordinaria, l'ASpI, la mini-ASpI e la mobilità in deroga; per i lavoratori che abbiano 55 anni al momento della richiesta, il periodo può essere prorogato fino a 18 mesi, purché la richiesta venga inoltrata alla sede Inps, competente per territorio, entro 68 giorni dal termine del periodo di disoccupazione ordinaria, dell'ASpI o mini-ASpI.

Ed ancora, nel 2013 è prevista un'estensione fino ad un massimo di 4 mesi della mobilità in deroga per i lavoratori subordinati, inclusi i somministrati, gli apprendisti, i lavoranti a domicilio mono commessa e i titolari di contratti a tempo determinato, eccetto i lavoratori domestici, licenziati per cessata attività, giustificato motivo oggettivo, licenziamento collettivo, oppure cessati per scadenza del termine o dimessi per giusta causa a far data dal 1° gennaio 2012 dopo aver beneficiato di trattamenti di CIG in deroga, sempre che siano esclusi dal trattamento di cui all'art.7 della legge 23 luglio 1991 n. 223, abbiano goduto del trattamento di disoccupazione ordinaria per 8 mesi e abbiano usufruito dell'intervento nel 2012 per un periodo inferiore, ovvero ne beneficino per intero nel 2013.

La domanda deve essere stata inoltrata alla sede INPS, competente per territorio, entro 68 giorni dal termine del trattamento di disoccupazione ordinaria.

- Requisiti soggettivi che deve avere il lavoratore
Requisiti soggettivi che deve possedere il lavoratore
Per beneficiare del trattamento di mobilità in deroga, al momento della risoluzione del rapporto di lavoro, i lavoratori devono avere un' anzianità aziendale di almeno dodici mesi, di cui sei di lavoro effettivo, comprese ferie, festività, infortuni e maternità, così come previsto dall'art. 2, comma 67 della legge 28 giugno 2012, n. 92.

Condividi questo articolo