Contratto a tempo determinato

L’apposizione di un termine finale alla durata del contratto fa sì che il rapporto di lavoro subordinato sia sottoposto ad una scadenza prestabilita.

In tal caso il contratto di lavoro è definito a tempo determinato e costituisce un’eccezione rispetto al lavoro a tempo indeterminato che deve essere considerato, dal punto di vista giuridico, la forma comune di rapporto di lavoro.


Condividi questo articolo