Permessi retribuiti per incarichi sindacali

I dirigenti delle Rappresentanze Sindacali Aziendali hanno diritto, per l'espletamento del loro mandato, a permessi retribuiti, salvo clausole più favorevoli previste dai contratti collettivi di lavoro, nel rispetto dei limiti di seguito riportati:

  • nelle unità produttive che occupano fino a 200 dipendenti, saranno concessi ad un dirigente, per ciascuna rappresentanza sindacale aziendale, permessi retribuiti non inferiori ad un'ora all'anno;
  • nelle unità produttive che occupano fino a 3.000 dipendenti, i permessi retribuiti, non inferiori ad otto ore mensili, saranno concessi ad un dirigente di ogni rappresentanza sindacale aziendale per ogni 300 o frazione di 300 dipendenti;
  • nelle unità produttive di maggiori dimensioni, i permessi retribuiti non inferiori ad otto ore mensili, saranno concessi ad un dirigente ogni 500 o frazione di 500 dipendenti della categoria per cui è organizzata la rappresentanza sindacale aziendale.

Il lavoratore che intende fruire dei permessi dovrà darne comunicazione scritta al datore di lavoro di regola 24 ore prima, tramite le Rappresentanze Sindacali Aziendali, senza attendere alcun provvedimento autorizzativo.

Non spetta al datore di lavoro controllare l'inerenza del permesso all'attività sindacale da svolgere, pertanto non sarà necessario che in tale comunicazione siano indicate le specifiche ragioni per cui venga richiesto il permesso, essendo sufficiente un generico riferimento al carattere sindacale dello stesso.

Condividi questo articolo