Cassa integrazione:codici di autorizzazione conguaglio

Con il recente messaggio n.1997 del 14 maggio, l’INPS ha fornito chiarimenti sui codici di autorizzazione per i trattamenti di cassa integrazione anticipati dai datori di lavoro a favore dei propri dipendenti.

 

In particolare, l’Istituto ha indicato le modalità operative per la corretta compilazione delle denunce Uniemens ai fini del conguaglio dei trattamenti di cassa integrazione, in caso di pagamento anticipato dal datore di lavoro, nonché quelle da adottare in caso di pagamento diretto.

 

L’INPS precisa che al fine di agevolare le aziende nell’individuare i codici da esporre nei flussi Uniemens ai fini del conguaglio, comunicherà tramite il “cassetto bidirezionale” presente all’interno del cassetto previdenziale aziende il rilascio dell’autorizzazione e notificherà tramite mail ai rispettivi intermediari, i codici di conguaglio associati alle autorizzazioni.

 

I casi esaminati sono i trattamenti ordinari (quali CIGO e Assegno ordinario) e di cassa in deroga (CIGD) per Covid-19 previsti dal D.L. n. 9/2020 e dal D.L. n. 18/2020.

 

Per quanto riguarda la CIGO, ai fini del conguaglio delle prestazioni anticipate, i datori di lavoro, all’interno dell’elemento “CongCIGOAltCaus”, devono valorizzare:

- il codice “L048”, avente il significato di conguaglio CIGO art. 13 del decreto-legge n. 9/2020;

- il codice “L068”, avente il significato di conguaglio CIGO art. 19 del decreto-legge n. 18/2020;

Per tutti gli eventi di cassa integrazione ordinaria ai sensi dell’art.13 del D.L. 09/2020 gestiti con il sistema ticket, le aziende o i loro consulenti /intermediari   dovranno indicare in “CodiceEventoGiorn” il codice evento “COR” (“Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria Richiesta”) e il relativo ticket in “IdentEventoCig”.

 

In caso di aziende già CIGS, si dovrà procedere alla sospensione della stessa per concedere la CIGO. In tal caso sono stati istituiti nuovi codici conguaglio:

- il codice “L049”, avente il significato di conguaglio  art. 14 del decreto legge n. 9/2020;

- il codice “L069”, avente il significato di conguaglio art. 20 del decreto legge n. 18/2020;

 

Per quanto riguarda l’Assegno Ordinario, le aziende valorizzeranno:

- il codice causale “L003”, nel caso di assegno concesso ai sensi del decreto legge n. 09/2020;

- il codice causale “L004”nel caso di assegno concesso ai sensi del decreto legge n. 18/2020;

L’INPS ricorda, che ai sensi dell’art. 7 comma 3 del D.Lsg 148/2015 che il conguaglio delle integrazioni corrisposte ai lavoratori deve essere effettuato, a pena di decadenza, entro 6 mesi dalla fine del periodo di paga in corso alla scadenza del termine di durata della concessione o della data del provvedimento di concessione, se successivo.      

 

Il messaggio n. 1775, precisa che, per le imprese interessate agli adempimenti per i periodi di integrazione salariale a pagamento diretto è necessario inviare il modello “SR41”, in forma semplificata, finalizzato al calcolo e alla liquidazione della prestazione.

Per i lavoratori che godono della prestazione a pagamento diretto per l’intero mese, la denuncia Uniemens deve essere valorizzata esclusivamente con il codice “LAVSTAT NR00” senza l’indicazione delle settimane e dell’evento figurativo.

Al contrario, per i periodi di integrazione salariale a pagamento diretto che interessino una frazione di mese, la denuncia dovrà essere compilata con riferimento esclusivamente al periodo non interessato dall’integrazione salariale a pagamento diretto, mentre per i periodi coperti da integrazione salariale a pagamento diretto i dati retributivi dei lavoratori saranno trasmessi tramite il modello “SR41”.

Condividi questo articolo