Consulente del lavoro dal 1981

Cassazione: multa per mancato rispetto della quota di riserva di personale disabile – onere della prova

La Cassazione si è pronunciata sulla legittimità della multa (di 25.000 euro) irrogata ad un datore di lavoro per non aver rispettato la quota di riserva di personale disabile

La società rivendicava l’illegittimità della sanzione in quanto “l’ufficio del lavoro aveva segnalato lavoratori sulla base delle professionalità richieste dal datore di lavoro ed aveva provveduto ad inviare candidati presso l’azienda per il colloquio e la visita medica da parte del medico competente”. Pertanto, secondo la società nessuna omissione vi era stata da parte del datore di lavoro poiché la normativa “prevede proprio che il reclutamento avvenga sulla base delle indicazioni dell’ufficio preposto e che non sia il datore di lavoro a dover predisporre mansioni specifiche”. 

La Cassazione, al proposito, ha statuito che: 

“sebbene non esista un obbligo in capo al datore di lavoro che sia tenuto ad avere nell’organico una percentuale di lavoratori invalidi di procedere ad adattamenti della organizzazione per consentirne l’utilizzazione (…), tuttavia laddove si eccepisca che non si sia potuto dar corso all’assunzione del personale avviato per una incompatibilità tra le mansioni disponibili e l’invalidità è onere del datore di lavoro allegare e dimostrare tale incompatibilità assoluta con tutte le mansioni disponibili”. 

Sulla base di tali osservazioni la Corte rigettava il ricorso osservando che il datore di lavoro non aveva offerto la prova dell’inesistenza di mansioni compatibili con le minorazioni degli invalidi avviati e che nessuna domanda di esonero parziale risultava essere stata presentata. 

Centro Studi | Studio Cassone

Centro Studi | Studio Cassone

Il Centro Studi dello Studio Cassone è composto da un team di professionisti appassionati, dediti alla ricerca e alla condivisione delle informazioni così da garantire un aggiornamento costante del personale ed essere sempre un passo avanti.

Leggi anche