Contratto di agenzia – possibile licenziamento per giusta causa

La sentenza della Corte di Cassazione n. 14181 del 24 maggio 2021 ha confermato che è possibile recedere dal contratto di lavoro subordinato per giusta causa anche nell’ambito di un contratto di agenzia.

La giusta causa si distingue dal recesso per giustificato motivo soggettivo per la particolare gravità del comportamento contestato e deve consistere in un fatto o una mancanza talmente importanti da ledere irrimediabilmente il vincolo fiduciario che è posto alla base del rapporto tra lavoratore subordinato e datore di lavoro.

Tale evento lesivo deve essere accertato dal giudice di merito e non è censurabile in sede di legittimità, se congruamente e logicamente motivato.

Condividi questo articolo