INL – chiarimenti in materia di tempo determinato e attività stagionali

L’Ispettorato Nazionale del Lavoro ha pubblicato la nota n. 413 del 10 marzo 2021, che fornisce chiarimenti in materia di contratti a termine nelle attività stagionali. 


In particolare, la nota fa riferimento al Dlgs 81/2015 che prevede una deroga all’applicazione delle limitazioni al tempo determinato, riservata ai lavoratori impiegati nelle attività stagionali individuate con decreto del Ministero del lavoro e delle politiche sociali nonché nelle ipotesi individuate dai contratti collettivi. L’INL precisa che, in materia di individuazione delle ipotesi di stagionalità, è demandato ai CCNL di settore il compito di integrare le lacune normative e ampliare il campo di applicazione della deroga rispetto alle ipotesi di stagionalità già indicate dal DPR 1525 del 1963.


Infine, la stessa nota conferma la possibilità di stipulare contratti di lavoro a tempo indeterminato per le imprese turistiche stagionali che osservano un periodo di inattività non inferiore a 70 giorni consecutivi o a 120 giorni non continuativi nel corso dell’anno solare. La stipula di tali contratti, infatti, non può compromettere la connotazione stagionale dell’attività aziendale in quanto necessaria per lo svolgimento di attività propedeutiche alla apertura del servizio al pubblico durante il periodo di alta stagionalità. 

Condividi questo articolo