INL - tempi determinati presso aziende con ammortizzatori Covid

Con la nota n. 762 del 12 maggio 2021, l’Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL) ha confermato la possibilità di prorogare e rinnovare contratti di lavoro a tempo determinato anche per i datori che abbiano fatto ricorso ad ammortizzatori sociali con causale Covid 19.

Con esclusivo riferimento alle aziende destinatarie di trattamenti di integrazione salariale con causale Covid 19, tale possibilità è riconosciuta in applicazione dell’art. 19-bis del DL 18/2020, il quale deroga alla disciplina ordinaria che non consente proroghe e rinnovi di contratti a tempo determinato presso unità produttive ove siano impiegati interessati da cassa integrazione e adibiti alle medesime mansioni per le quali si intende prolungare il rapporto di lavoro a termine.

Il termine di vigenza di tale disposizione è da intendersi in maniera dinamica ed include tutte norme che via via hanno previsto l’accesso a nuovi periodi di ammortizzatori sociali Covid 19, da ultimo il DL 41/2021 (Decreto Sostegni).

Pertanto, non è applicabile l’ordinario effetto di trasformazione del contratto in un rapporto di lavoro a tempo indeterminato ove il lavoratore interessato fosse in forza già alla data del 23 marzo 2021, data limite per la determinazione dei destinatari degli ammortizzatori Covid 19 previsti dal DL 41/2021.

Condividi questo articolo