Vademecum: Permessi di soggiorno che consentono di lavorare in Italia

I datori di lavoro che intendono assumere lavoratori stranieri regolarmente soggiornanti in Italia dovranno preventivamente richiedere al lavoratore, il permesso di soggiorno e verificare la motivazione con la quale è stato rilasciato. Infatti, non tutte le tipologie di permesso di soggiorno consentono di prestare attività lavorativa sul territorio nazionale.  

Di seguito, riporteremo quali permessi di soggiorno autorizzano lo svolgimento di attività lavorativa e quali invece non lo consentono.  

Inizieremo, con i permessi di soggiorno che consentono di prestare l’attività lavorativa in Italia.  

Permesso di soggiorno per motivi di lavoro subordinato  

Consente di svolgere qualsiasi attività di lavoro subordinato o autonomo.  

 

Ha una validità pari alla durata del rapporto di lavoro e comunque non superiore a un anno per contratto a tempo determinato e non superiore a 

due anni per tempo indeterminato. 

 

Il permesso per motivi di lavoro subordinato può essere convertito in altro tipo di permesso qualora ne ricorrono le condizioni di legge. 

Permesso di soggiorno per motivi di lavoro subordinato stagionale  

Consente di svolgere esclusivamente attività lavorativa a carattere stagionale.  

 

Questa tipologia di permesso consente l’assunzione presso aziende che svolgono una delle attività a carattere stagionale – essenzialmente legate all’agricoltura o al turismo. 

 

Ha una durata non inferiore a venti giorni e non superiore a nove mesi, senza possibilità di rinnovo oltre tale limite massimo. 

 

Tale tipologia di titolo può essere convertito in permesso per motivi di lavoro subordinato solo se prima della scadenza del medesimo, il lavoratore riceve una proposta contrattuale di lavoro subordinato non stagionale a tempo determinato o indeterminato, compatibilmente alle quote disponibili stabilite dal Decreto Flussi. Tuttavia, il contratto di lavoro stagionale deve avere una durata di almeno 3 mesi.  

Permesso di soggiorno per motivi di lavoro autonomo  

Permette di svolgere qualsiasi attività di lavoro subordinato o autonomo.  

Il permesso ha una durata pari a due anni, rinnovabile. 

Può essere convertito in permesso di soggiorno per lavoro subordinato qualora ne ricorrano le condizioni di legge.  

Permesso di soggiorno per attesa di occupazione  

Consente di svolgere qualsiasi attività di lavoro subordinato o autonomo.  

 

La durata non è inferiore ad un anno, oppure al periodo di durata della prestazione di sostegno al reddito qualora superiore all’anno. 

Permesso di soggiorno per motivi familiari  

Consente di svolgere qualsiasi attività di lavoro subordinato o autonomo 

 

Questa tipologia di permesso ha la stessa durata del permesso di soggiorno del familiare straniero in possesso dei requisiti per il ricongiungimento.   

 

Il permesso di soggiorno per motivi familiari è rinnovabile insieme al permesso di soggiorno del familiare straniero in possesso dei requisiti per 

il ricongiungimento. 

 

Il presente può essere convertito in permesso di soggiorno per motivi di lavoro. 

Permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo  

Consente di svolgere qualsiasi attività di lavoro subordinato o autonomo 

 

La durata del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo è a tempo indeterminato.  

Lo stesso dovrà essere solo aggiornato.  

 

Permesso di soggiorno per richiesta asilo  

Tale tipologia di permesso consente di svolgere attività di lavoro subordinato o autonomo qualora siano decorsi 60 giorni dalla data di presentazione della domanda di protezione internazionale.  

Il permesso per richiesta asilo ha una validità di 6 mesi. 

Il permesso per richiesta asilo viene rinnovato, anche più volte, fino all’esito della procedura di esame della domanda di protezione.  

Il permesso per richiesta di asilo non permette la conversione in permesso per attività lavorativa.  

Permesso di soggiorno per asilo politico  

Consente di svolgere qualsiasi attività di lavoro subordinato o autonomo.  

  

La durata del permesso è nominalmente di cinque anni, ma di fatto è a tempo indeterminato, in quanto il rinnovo è automatico ad ogni scadenza. 

 

Si rinnova automaticamente alla scadenza.  

Permesso di soggiorno per protezione sussidiaria  

Consente di svolgere qualsiasi attività di lavoro subordinato o autonomo. 

La durata del titolo è di cinque anni. È rinnovabile, alla scadenza, previa verifica da parte della Commissione Territoriale della persistenza delle cause che hanno consentito il rilascio. 

Il titolo può essere convertito in permesso di soggiorno per motivi di lavoro. La conversione comporta la rinuncia allo status di protezione sussidiaria. 

Permesso di soggiorno per motivi umanitari /casi speciali  

Consente di svolgere qualsiasi attività di lavoro subordinato o autonomo. 

Con l’entrata in vigore del D.L. n. 113/2018, non verranno rilasciati nuovi permessi di soggiorno con la dicitura “motivi umanitari”. Tuttavia, si precisa che i permessi per motivi umanitari in corso di 

validità al 05/10/2018 resteranno validi fino alla scadenza.  

La durata del titolo è di due anni. 

Di fatto, i titolari di PdS per motivi umanitari che non provvederanno alla conversione in permesso per lavoro autonomo o subordinato prima della scadenza, perderanno definitivamente questa possibilità. 

Permesso di soggiorno per protezione speciale  

Consente di svolgere qualsiasi attività di lavoro subordinato o autonomo.  

La durata del titolo è di un anno. 

Questa, solo in caso di persistenza di rischi di persecuzione o tortura, può richiedere il rinnovo del permesso di soggiorno per “protezione speciale”.  

Non può essere convertito in permesso di soggiorno per motivi di lavoro, neanche nel caso in cui il titolare abbia un contratto di lavoro.  

Permesso di soggiorno per calamità  

Consente di svolgere qualsiasi attività di lavoro subordinato o autonomo.  

La durata è pari a sei mesi, con validità sul solo territorio nazionale. 

E’ possibile per un periodo ulteriore di sei mesi se permangono le condizioni di eccezionale calamità che ne hanno determinato il rilascio. 

Non è concessa la conversione la conversione per motivi di lavoro.  

Permesso di soggiorno per Apolida  

Consente di svolgere qualsiasi attività di lavoro subordinato o autonomo 

La durata del titolo è nominalmente di cinque anni, ma di fatto è a tempo indeterminato, in quanto il rinnovo è automatico ad ogni scadenza. 

È rinnovabile automaticamente alla scadenza. 

Coloro che hanno tale titolo possiedono gli stessi diritti dei cittadini stranieri con permessi di soggiorno di lunga durata. 

Permesso di soggiorno per motivi di studio/ formazione  

Consente l’esercizio di lavoro subordinato per un impegno non superiore a 20 ore settimanali, anche cumulabili per 52 settimane, fermo restando 

un limite massimo annuale di 1.040 ore. 

La durata del permesso di soggiorno per studio corrisponde a quella del corso di studio o formazione frequentato, previa verifica annuale di 

profitto. 

Permesso di soggiorno per tirocinio  

Come nel caso del permesso di soggiorno per motivi di studio/formazione, il permesso rilasciato per motivi di tirocinio consente una prestazione di lavoro subordinato con il limite annuale di 1040 ore, compatibilmente allo svolgimento del tirocinio. 

La durata del permesso di soggiorno corrisponde a quella del tirocinio. 

Solo qualora, il titolare del permesso abbia una proposta di contratto di lavoro, il permesso può essere convertito in permesso per motivo di lavoro solo dopo la fine del tirocinio.   

Permesso di soggiorno per assistenza minore  

Consente di svolgere qualsiasi attività di lavoro subordinato o autonomo 

La durata del permesso è stabilita dal Tribunale per i minorenni.  

Tale permesso di soggiorno, pur essendo valido per lo svolgimento di attività lavorativa, non può essere convertito in permesso per motivi di lavoro.  

 

Permesso di soggiorno per minore età  

Consente ai minori stranieri non accompagnati di lavorare in tutti quei casi in cui la legge italiana lo permetta ai minori in generale. 

La scadenza del permesso è connessa alla data di raggiungimento della maggiore età da parte del titolare. 

Al raggiungimento della maggiore età, al minore non accompagnato può essere rilasciato un permesso di soggiorno per motivi di studio, di accesso al lavoro ovvero di lavoro subordinato o autonomo, in questi due casi: 

- quando il minore risulti presente in Italia da almeno tre anni e 

abbia partecipato ad un progetto di integrazione almeno biennale; 

oppure 

- previo parere positivo della Direzione Generale dell’immigrazione e delle politiche di integrazione in tutti gli altri casi.  

Ai fini del parere, resta centrale la frequenza di un corso o lo svolgimento/promessa di attività lavorativa.  

 

 

 

 

 

Al contrario, vediamo i permessi di soggiorno che non consentono di prestare l’attività lavorativa in Italia sono i seguenti:  

  • Turismo  

  • Motivo religioso  

  • Affari 

  • Giustizia 

  • Attesa di cittadinanza e attesa di apolidia 

  • Cure mediche/ residenza elettiva

Condividi questo articolo