Domanda di Naspi e indennità di malattia

Con il messaggio n.4211 del 18 novembre 2019, l’INPS ha fornito ulteriori chiarimenti in tema di decorrenza del termine per la presentazione della domanda di indennità Naspi in presenza di malattia.  

Il chiarimento è necessario in quanto per alcune categorie di lavoratori dipendenti (lavoratori a tempo indeterminato) viene riconosciuta l’indennità di malattia anche oltre la data di cessazione del rapporto di lavoro, prevedendo il trattamento economico.  

Qualora si verifichi un evento di malattia indennizzato dall’INPS o infortunio sul lavoro/malattia professionale indennizzabile da parte dell’INAIL dopo la data di cessazione del rapporto di lavoro, il termine di presentazione della domanda Naspi rimane sospeso fino alla fine dell’evento di malattia indennizzato o di infortunio sul lavoro/malattia professionale. Il termine di presentazione della domanda riprenderà al termine dell’evento per la parte residua. 
Nel caso in cui non sia normativamente prevista, per la specifica categoria di lavoratore subordinato, la tutela della malattia oltre la data di cessazione del rapporto di lavoro (a titolo esemplificativo il tempo determinato nel commercio), il termine di presentazione della domanda di NASPI non sarà sospeso e quindi dovrà essere effettuato entro 68 giorni dalla cessazione del rapporto di lavoro. 

Condividi questo articolo