Smartworking semplificato - La procedura telematica è l'unica ammessa

Il Decreto Legge n. 52/2021, convertito in Legge lo scorso 17 giugno, ha prorogato fino al 31 dicembre 2021 la possibilità di ricorrere alla procedura semplificata per l’organizzazione dell’attività lavorativa in smartworking.

A seguito delle numerose comunicazioni pervenute tramite posta elettronica certificata, il Ministero del Lavoro ha emanato la nota n. 2548 del 14 luglio per ribadire che i datori di lavoro devono necessariamente utilizzare la procedura telematica messa a disposizione dal Ministero stesso per effettuare la comunicazione obbligatoria di inizio/proroga del periodo di smartworking.

Non sono infatti ammesse modalità di trasmissione equipollenti all'utilizzo della piattaforma informatica e l’invio della comunicazione a mezzo PEC non assolve l’adempimento prescritto dalla normativa vigente.

Condividi questo articolo